Pubblicato il

Inquinamento a Roma e Milano

Il problema dell’inquinamento non è certo notizia recente. Sappiamo bene quanto le grandi città siano inquinate ed afflitte da una costante cappa di smog che spesso è così spesso da impedire agli abitanti di respirare efficacemente. Ma negli ultimi giorni i livelli di polveri sottili a Roma e Milano hanno raggiunto livelli davvero esorbitanti che hanno reso necessario applicare misure drastiche.

Dalle 10 di stamani Milano è avvolta in un silenzio spettrale, è scattato infatti il blocco del traffico che obbliga allo stop tutti i veicoli a motore fino alle 16 del pomeriggio. I mezzi pubblici provvederanno a fornire il necessario servizio regolarmente per agevolare gli spostamenti dei cittadini. La fortuna vuole che lo stop sia giunto proprio durante le feste natalizie, periodo in cui buona parte dei milanesi è partita per le vacanze.

A Roma invece sono state applicate le targhe alterne, oggi possono circolare infatti solo le autovetture munite di targa dispari mentre domani toccherà alle pari. Possono altresì circolare i veicoli meno inquinanti come quelli: a metano, gpl, ibride, euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi euro 2 e motocicli quattro tempi euro 3. Anche qui i mezzi pubblici provvederanno a fornire un regolare servizio fino alla mezzanotte, con l’agevolazione del biglietto di corsa unico dal costo di 1,50 euro, valido per tutto il giorno su tutti i mezzi.

Onde assicurare il pieno rispetto del blocco della circolazione, sono state dispensate svariate pattuglie fra polizia stradale e vigili urbani, con l’obbligo di controllare i veicoli in transito. La speranza che è che queste misure aiutino ad abbassare i preoccupanti livelli di polveri sottili raggiunte negli ultimi giorni.

Pubblicato il

Inizio incerto per il nuovo anno scolastico

Manca ormai davvero poco al ritorno degli studenti sui banchi ma la situazione per il nuovo anno scolastico è davvero allarmante. Il caos scatenato dalle normative sui vaccini obbligatori, l’assenza o quasi di presidi e l’incapacità di trovare professori a cui affidare in maniera permanente una classe, sono solo alcuni esempi di ciò che attualmente sta sconvolgendo il mondo dell’ insegnamento italiano.

L’argomento vaccini è quello che desta più preoccupazione a causa della recente circolare dei ministri dell’istruzione e della salute, che consente a tutti gli studenti, anche quelli non vaccinati, di frequentare le lezioni previa autocertificazione.

“Va ritirato l’emendamento che rinvia l’applicazione dell’esclusione della frequenza per i bambini non vaccinati: se passa, abbiamo per questo anno scolastico un rischio di insicurezza per la salute”, ha detto, oggi, sentito in audizione alla Camera, il presidente dell’Associazione presidi (Anp), Antonello Giannelli. “

Anche lo stato edilizio delle strutture scolastiche non è dei migliori, con molti edifici in Italia che non rispettano le fondamentali norme di sicurezza, ha ribadito ancora il presidente Antonelli. Sono stati infatti riportati frequentemente crolli di controsoffitti, intonaci e calcinacci, che mettono seriamente a rischio la permanenza degli studenti.

Il nuovo anno scolastico inoltre si trova a dover affrontare una seria crisi di presidi ed insegnanti a causa di graduatorie ancora non approvate. Il Miur attualmente conta 57.322 insegnanti assunti, ma 13.342 sono relegati al ruolo di insegnanti di sostegno. I sindacati sono sul piede di guerra e mantengono il loro scetticismo in merito a nuove assunzioni. Cosa attende i nostri ragazzi al rientro in aula?

Pubblicato il

Come funziona l’escrow e perché è il lavoro del futuro

L’escrow è un prezioso sistema di conservazione di beni e documenti che può rivelarsi estremamente importante per la tua società. In questo breve articolo andremo ad illustrarti le sue caratteristiche e ti porteremo qualche esempio concreto di come altre grandi aziende ne facciano continuamente uso.

Come avviene la conservazione escrow?

Per redigere questo articolo ci siamo avvalsi dei preziosi consigli di eWitness, società leader nel settore della sicurezza digitale, che ci ha gentilmente fornito tutte le informazioni più rilevanti per poter parlare a dovere dell’ escrow (a questo link trovi un ulteriore approfondimento).

Cominciamo dunque col capire come avviene la conservazione di un bene o di un documento col sistema escrow. Un soggetto depositante (che può essere anche una società), affida ad un terzo (ad esempio eWitness), un bene o un documento sensibile, con lo scopo di preservarne l’integrità e l’inviolabilità, fintanto che non si verifichino determinate condizioni.

Questo sistema permette di proteggere tutto ciò che ha una certa rilevanza per la tua società, rendendolo disponibile solo a chi ne ha davvero l’autorizzazione, ovvero il destinatario specificato negli accordi. Il tutto avviene siglando un contratto, ben regolamentato e vincolante per ambo le parti.

Si tratta in soldoni, di un sistema di conservazione perfetto per qualunque società, in particolar modo per quelle che trattano dati sensibili, anche digitali.

Visitando il sito di eWitness potrai reperire ulteriori informazioni e farti fare un preventivo se sarai eventualmente interessato a questo tipo di servizio. Il nostro consiglio è quello di verificarne con mano l’affidabilità e l’efficienza!