Pubblicato il

Nuova Scuola secondo la Lega

Durante la conferenza tenutasi ieri a Strasburgo, il leader leghista Matteo Salvini ha presentato alcune idee e riforme sulla nuova scuola che la Lega vorrebbe creare qualora ricevesse l’incarico di governare. Fra le proposte ha fatto scalpore la volontà di unificare medie ed elementari in un unico ciclo scolastico di 8 anni e la reintroduzione del professore prevalente. Vediamo nel dettaglio cosa propone il partito del Carroccio.

Idee difficili da realizzare per la nuova scuola

Mario Pittoni, responsabile federale dell’ Istruzione per la Lega, ha ribadito che alcune proposte, elencate ieri dal leader Salvini, sono attualmente nello stato di idee e proposte, alcune delle quali di difficile realizzazione. Nel concreto però l’obiettivo, qualora il partito ricevesse l’incarico di governare, è quello di riformare il più possibile la scuola, dando più potere alle regioni.

L’insegnante prevalente è probabilmente il punto più difficile da concretizzare del programma per la nuova scuola, poiché questa figura avrebbe il compito di seguire gli studenti nel ciclo di studi di 8 anni insegnando loro le materie principali (italiano, storia, geografia, scienze) per essere poi affiancato da altri docenti che si occuperanno delle materie specifiche fra cui: matematica, lingue, discipline sportive, discipline artistiche, musica.

Fra gli altri punti dedicati alla riforma scolastica leghista vi è il riavvicinamento degli insegnanti alle loro regioni d’origine, così da ridurne le spese di trasferta, attualmente insostenibili con uno stipendio che al netto ammonta a 1250 euro al mese. Vi sono poi i concorsi con domicilio professionali, pensati per abolire la chiamata diretta introdotta con la legge renziana, tornando a dare valore al merito ed alle capacità.

Pubblicato il

Federica Pellegrini porta a casa l’ennesimo Oro ma annuncia che sarà l’ultimo

Un altro grande trionfo per la nostra Federica Pellegrini ai mondiali di nuoto attualmente in corso a Budapest. Nella sua gara storica, i 200 metri stile libero, è riuscita per l’ennesima volta a strappare l’oro alle avversarie, portando i suoi successi personali in questa specifica tipologia di competizione a ben 7, segnando anche in questo caso un record mondiale. Quello che però ha fatto più scalpore è stato il suo annuncio post gara in cui dichiara che questa sarà la sua ultima medaglia nei 200 sl.

La nuotatrice veneta ha infatti detto ai giornalisti che le chiedevano progetti sul suo prossimo futuro – con chiaro riferimento a Tokyo 2020 – che attualmente si sente in pace con se stessa per i traguardi raggiunti nei 200 metri stile libero e che è ora di provare nuovi percorsi. Fortunatamente per noi che l’amiamo Federica Pellegrini a questi mondiali non sta dicendo addio al nuoto ma solo alla tipologia di gara che la vede regina indiscussa da ormai diversi anni.

Come ogni bravo atleta che ama la propria disciplina, adesso che ha raggiunto il top vuole sperimentare nuove vie e nuove sfide, in cui l’aspettativa nei suoi confronti magari sarà più bassa ma che di certo non prenderà sottogamba. Non ci è però ancora dato sapere quali gare sceglierà di affrontare Fede, a suo dire non vi è stata ancora alcuna discussione in merito col coach ma si vedrà nei mesi prossimi.

Tutto quello che possiamo fare noi è un grande augurio a Federica Pellegrini che ai mondiali continua a darci tante soddisfazioni. Resteremo in attesa degli sviluppi della sua carriera sostenendola con entusiasmo qualunque sarà il suo futuro. Intanto ti diciamo grazie Fede per tutte le emozioni che ci hai regalato negli anni.