Pubblicato il

Sciopero del sesso contro la guerra

La guerra accompagna la storia umana dall’alba dei tempi. Momenti tragici sono stati incisi nel tempo a causa di faide e contrasti fra popoli, e molte sono state le vittime di idee contrastanti. Ma come c’entra tutto questo col sesso? Beh la notizia che ha fatto scalpore qualche tempo fa, riguarda un villaggio delle Filippine in cui 2 famiglie appartenenti a clan rivali, avevano messo a ferro e fuoco la città, rendendo quasi impossibile il viverci.

Vista l’escalation di crimini, e la conseguente impossibilità di una vita normale, le donne della città all’unisono, hanno minacciato uno sciopero del sesso. Dapprima non sono state prese sul serio ma dopo qualche tempo i contrasti fra le due famiglie hanno cominciato a scemare fino ad assopirsi del tutto. Sembra infatti che l’ astinenza forzata abbia fatto comprendere agli uomini del villaggio che vi sono altri valori molto più interessanti nella vita a cui dare retta.

Per quanto bizzarra possa sembrare questa notizia non è certo la prima volta che i registri storici annoverano questa pratica. Già nel 411 a.C. in Grecia nella commedia Lisistrata di Aristofane le donne scelgono di negare il sesso ai mariti per mettere fine alle guerre in cui erano coinvolti. Chissà se nell’epoca moderna, su scala più ampia, questa scelta funzionerebbe?

Noi possiamo solo augurarci che gli uomini tornino a pensare di più alle loro donne piuttosto che ai contrasti con altri popoli su idee, dispute territoriali o concetti religiosi diversi. Fate l’amore non fate la guerra, il motto dei figli dei fiore degli anni 60’, a quanto pare non era poi così sbagliato, se il sesso ha davvero il potere di fermare le guerre fra uomini.

Pubblicato il

Guarda come mangia e saprai come fa l’amore

Oggi amici e amiche vi proponiamo uno studio di recente attuazione molto interessante che lega strettamente il modo in cui il vostro partner mangia a come fa l’amore. Secondo suddetto studio infatti sesso e cibo sono legati indissolubilmente l’uno all’altro. Si tratta di due dei bisogni primari dell’essere umano capaci entrambi di regalare estremo piacere. Senza cibo non si vive, e senza sesso il mondo finirebbe. Vediamo dunque nel dettaglio come questi 2 aspetti si legano fra loro.

Dalle analisi effettuate su un campione di uomini e donne, sono emerse 4 personalità principali che identificano il comportamento a letto che una persona avrà in base a come assapora il cibo:

  • Il Fuoco: Si tratta di una persona che mangia velocemente il cibo, assaggiando tutto quello che c’è facendosi prendere dalla foga. A letto questo aspetto si traduce in un amante focoso e passionale ma che durerà anche molto poco. Il classi “Breve ma intenso”.
  • L’Aria: A questo tipo di persona piace sperimentare in cucina e mangiare di tutto, tale indecisione si può vedere anche sotto le lenzuola con rapporti mordi e fuggi finchè non troverà il suo equilibrio ideale.
  • L’Acqua: Questo tipo di partner ama assecondare i desideri dell’altro, non ha problemi a mangiare quello che gli si propone, che sia un ristorante di lusso o una trattoria. A letto avremo quindi un amante attento ai bisogni del compagno/a che sarà in grado di distinguere quando esso ha voglia di coccole o di una maggiore passione.
  • La Terra: Il gourmè per eccellenza, quello che sa che pietanza mangiare e se la gusta fino all’ultimo morso, quello che però gli importa davvero è la compagnia con cui condivide il pasto. Queste persone a letto non amano i preliminari, ma preferiscono passare subito al piatto forte, prediligendo rapporti stabili e duraturi.

Ora che sapete qualcosina in più sull’argomento, non vi resta che sperimentare osservando il vostro partner, soprattutto se sono i primi appuntamenti!

Pubblicato il

Come funziona l’escrow e perché è il lavoro del futuro

L’escrow è un prezioso sistema di conservazione di beni e documenti che può rivelarsi estremamente importante per la tua società. In questo breve articolo andremo ad illustrarti le sue caratteristiche e ti porteremo qualche esempio concreto di come altre grandi aziende ne facciano continuamente uso.

Come avviene la conservazione escrow?

Per redigere questo articolo ci siamo avvalsi dei preziosi consigli di eWitness, società leader nel settore della sicurezza digitale, che ci ha gentilmente fornito tutte le informazioni più rilevanti per poter parlare a dovere dell’ escrow (a questo link trovi un ulteriore approfondimento).

Cominciamo dunque col capire come avviene la conservazione di un bene o di un documento col sistema escrow. Un soggetto depositante (che può essere anche una società), affida ad un terzo (ad esempio eWitness), un bene o un documento sensibile, con lo scopo di preservarne l’integrità e l’inviolabilità, fintanto che non si verifichino determinate condizioni.

Questo sistema permette di proteggere tutto ciò che ha una certa rilevanza per la tua società, rendendolo disponibile solo a chi ne ha davvero l’autorizzazione, ovvero il destinatario specificato negli accordi. Il tutto avviene siglando un contratto, ben regolamentato e vincolante per ambo le parti.

Si tratta in soldoni, di un sistema di conservazione perfetto per qualunque società, in particolar modo per quelle che trattano dati sensibili, anche digitali.

Visitando il sito di eWitness potrai reperire ulteriori informazioni e farti fare un preventivo se sarai eventualmente interessato a questo tipo di servizio. Il nostro consiglio è quello di verificarne con mano l’affidabilità e l’efficienza!

Pubblicato il

Come è ordinata la surroga del mutuo

surroga del mutuo

Cari colleghi studenti, oggi faremo un po’ di lezione di diritto. In quanti di voi stanno esclamando NOOOOO, in questo momento eh? Però questo argomento in futuro potrebbe tornarvi utile visto che un giorno forse anche noi riusciremo a comprare una casa tutta nostra ed allora avremo a che fare con istituti di credito e mutui a go go. Oggi però ci concentreremo sulla Surroga del Mutuo.

Sicuramente buona parte di voi, bravi e diligenti studenti di diritto, saprà già cos’è un mutuo e come lo si costituisce. Quello che però non tutti sanno è che tramite la surroga è possibile trasferire suddetto mutuo da una banca all’altra per ottenere agevolazioni sulle rate più convenienti. Facciamo un esempio più pratico per spiegare nel dettaglio cos’è la surroga del mutuo.

Gianni decide di comprare una casa, stipula quindi un mutuo di 70000 euro con la Banca A. Dopo qualche anno viene a sapere che Banca B gli farebbe uno sconto cospicuo sugli interessi delle rate, così decide di eseguire la surroga del mutuo per trasferire quest’ultimo dalla Banca A alla Banca B e godere dei tassi agevolati. A questo punto Gianni non dovrà riaprire un nuovo mutuo ma semplicemente continuerà a pagare le rate come se fosse ancora con la Banca A ma le verserà invece a Banca B al suo tasso agevolato senza ulteriori spese.

Può sembrare complicato come argomento ma in verità è piuttosto semplice ed intuitivo ma sopratutto estremamente utile. Qualora voleste avere approfondimenti più dettagliati, nell’articolo vi riportiamo il link al sito internet di un famoso studio notarile, che esplica per filo e per segno la surroga del mutuo.